Niente panico la apple non spia le vostro foto in reggiseno

L’ultimo aggiornamento dei dispositivi Apple, iOS 11, tra le varie novità ha introdotto, per tutti, l’utilizzo dell’intelligenza artificiale (machine learning) nella applicazione “Foto”. Questo significa che ogni foto che avete nel rullino viene taggata e categorizzata, ovvero se abbiamo la foto del nostro cane o gatto iPhone riconosce che è un cane o gatto e se nella ricerca foto scrivete “gatto” automaticamente elenca tutte le foto di gatti presenti. Questo funziona con un sacco di parole chiave: tramonto, alba, mare o montagna e molte altre. Tutto molto bello e comodo ma… è un utente particolarmente sveglio ha scoperto che funziona anche con la parola “brasserie” che è un sinonimo di “bra”, in italiano ” reggiseno” ed introducendo quella parola nella ricerca compaiono tutte le foto di una persona in reggiseno. E sì scrivendo “reggiseno” nella ricerca funziona davvero. Ovviamente questa scoperta ha dato luogo a, inevitabili e sensate, domande sulla privacy, soprattutto tra le utilizzatrici di iPhone finendo subito alla domanda “Apple sta spiando tutte le mie foto?”. La risposta è assolutamente no. Come spiegato, da Apple stessa svariate volte e anche in una seziona apposita del sito, tutto la parte di machine learning o intelligenza artificiale su dati sensibili viene fatta all’interno del telefono stesso. Non vi è quindi nessun tipo di caricamento e analisi di foto su un qualche server Apple o di terze parti. Ovviamente fornendo Apple anche un servizio di storage sul cloud (iCloud) se lo avete attivo quelle foto saranno anche sul cloud, accessibili a voi soltanto con la vostra utenza. Quindi il consiglio è sempre lo stesso, usate password difficili e complesse, password diverse, attivate la doppia autenticazione e tutte le vostre foto, anche quelle in reggiseno, rimarranno visibili solo a voi.

Pubblicato originariamente su marieclaire.it