Roaming, addio

Giovedì 15 giugno 2017 finalmente, in Europa, ci libereremo del maledetto Roaming.
Ovvero la vostra tariffa italiana sarà valida in tutta Europa…voce, sms e i tanto agognati dati. Con tutta Europa si intende tutti i 28 paesi dell’Unione Europea, UK compresi, per ora almeno. Importante sottolineare però l’esclusione di paesi che son in Europa ma fuori dall’Unione: Svizzera, San Marino (!), Albania, Turchia e principato di Monaco infatti rimangono tra i paesi in cui resteranno i costi aggiuntivi di roaming.
In dettaglio, Wind e Tre, fusi di recente, han già abolito le tariffe roaming, invece Vodafone e Tim e tutti gli altri operatori minori aspettano il termine ultimo.
Ad ogni modo il consiglio è quello di spegnere del tutto il roaming sul proprio cellulare, in modo da non incorrere in sorprese se si sconfina in Svizzera per sbaglio o mentre si è al casinò a Montecarlo a giocare alla roulette.
[immagine in allegato]
La prossima lotta per avere un vero mercato digitale europeo è quella dell’abolizione del geo-blocking, ovvero quel fastidioso problema che non mi consente di utilizzare il mio account italiano Netflix fuori dall’Italia o ad abbonarmi ad un qualsiasi altro servizio digitale non italiano. L’Unione Europea ci sta già lavorando ma già si parla di rinvii…speriamo facciano prima dell’abolizione del roaming! D’altronde tutti noi viaggiatori pigri non aspettiamo altro.. ora che abbiamo le connessioni fateci vedere Netflix anche in vacanza! La vita sociale è così sopravvalutata!