Recensione: Canary All-in-One Home Security System

Le telecamere di sicurezza son onnipresenti e recentemente anche il mercato consumer si sta adeguando al trend con prodotti sempre più sofisticati ma allo stesso tempo facili da utilizzare. Non più telecamere di sicurezza difficili da installare e configurare ma oggetti con un design carino e con funzionalità di tutti i tipi. Utili sia per controllare la presenza di malintenzionati ma anche per controllare i propri animali domestici lasciati a casa da soli o i figli piccoli in un’altra stanza.
Complice la presenza sempre più casalinga del gatto ho voluto provare quello che sembrerebbe insieme a altri due o tre modelli il meglio che il mercato può offrire.
Ho quindi acquistato Canary, un grazioso oggetto a forma cilindrica che fa da security camera e un po’ di altre cose.
La mia scelta è stata ponderata su certe caratteristiche che volevo avesse. E canary devo dire che va oltre le mie aspettative.

– Alta qualità di ripresa: telecamera mega grandangolare, ben 147 gradi di ampiezza. Nel suo settore è una delle telecamere con visione più grandangolare ma nonostante ciò non perde né in qualità (qualità HD al top a 1080p) né dl’immagine è deformata troppo. Il video è perfetto anche con pochissima luce grazie all’eccellente modalità notturma.
– Forma non invasiva e garanzia di privacy: visto che l’ho messa in sala e in piena vista, volevo evitare una telecamera fissa con il classico ed inquietante design. Per intenderci volevo evitare l’effetto grande fratello. E infatti la sua forma cilindrica e anonima è perfetta per non destare alcun sospetto: sembra una delle tante diavolerie tecnologiche che ho in casa. In più oltre ad avere i più alti standard di crittografia per garantire la sicurezza delle riprese, ho piacevolmente scoperto che ha una ottima e intelligente gestione della privacy. Canary infatti ha la possibilità di essere “armato” cioè si attiva quando ci si allontana da casa usando la geo-localizzazione del nostro smartphone. Il vantaggio di questa modalità è che quando si è in casa non registra nulla e quindi garantisce la privacy senza peraltro consumare nulla. Ovviamente si può attivare la modalità non in casa anche manualmente.
– Rilevamento del movimento: Canary integra un buon sistema di rilevamento del movimento con conseguenti notifiche e registrazioni salvate per 24ore nel cloud (possibile estendere la registrazione a un mese pagando un servizio aggiuntivo). Falsi allarmi non me ne ha dati e ha comunque una funzione sia automatica che manuale di apprendimento dei comportamenti per migliorare la gestione dei falsi allarmi. I video son visibili tramite app e possono essere scaricati o condivisi come si preferisce.
– Sensori aggiuntivi: intelligente e utile la presenza di sensori di temperatura, umidità e qualità dell’aria. Sensori che volendo possono generare notifiche se c’è qualche anomalia come presenza di fumo o cali improvvisi di temperatura.
– Sirena e chiamate di emergenza: non poteva non mancare anche al presenza di una sirena d’allarme che si può attivare dall’applicazione in caso di intrusi in casa rilevati e sempre nell’applicazione si può far partire una chiamata d’emergenza.

In conclusione se volete un buon sistema di videosorveglianza, poco invasivo, facile da usare e da configurare, ma allo stesso tempo con una resa veramente alta Canary è l’oggetto giusto per voi. Lo attaccate via Wi-Fi o via cavo, cinque minuti di configurazione tramite la sua app (sia iOS che Android) e potete controllare perché il vostro gatto non dorme la notte e vi tiene svegli. Spoiler alert: dorme tutto il giorno.